Un "laboratorio territoriale" per il nostro lungomare

03 Ott2016

"L'ultima spiaggia", un progetto che coinvolge tutti, nato per tutelare e valorizzare il bellissimo patrimonio comune del lungomare.

Questa è la bellissima iniziativa promossa dalla Pro Loco del posto, dal Comitato civico "Pro Condofuri", dal Gruppo Archeologico "Valle dell'Amendolea", dall'Associazione Sportiva "Condofurese", dalla cooperativa "Tutela dell'Aspromonte, dai "Cumelca", dall'associazione "La tarantella crea dipendenza", dal circolo "Il pettirosso" e dall'Amministrazione Comunale di Condofuri.

Un progertto ambizioso che punta a far diventare il nostro lungomare, ecosostenibile.

L'intenzione è quella di creare un vero e proprio laboratorio territoriale in cui, tutti i cittadini possano esprimere il loro pensiero sul progetto di realizzazione di un'opera attesa da anni.

Saluto con piacere la volontà di creare un laboratorio territoriale che sia occasione di confronto e di dialogo tra le varie anime de territorio

Queste le paole del Sindaco Salvatore Mafrici, espresse in occasione dell'incontro avvenuto in Piazza Regina Pacis.

All'evento è intervenuto anche Alberto Ziparo, esperto in politiche del territorio che ha voluto sottolineare l'importanza di una reiterpetazione del territorio in termini di valorizzazione.

Dobbiamo pensare alla costa - ha rimarcato Bruno Maisano, consigliere comunle di minoranza - come ad un corpo armonioso che parte dalla foce della fiumara dell'Amendolea ed attraversa il litorale prendendo atto che la comunità ci chiede di realizzare il lungomare magari senza ricorrere all'uso del cemento.

Per Piero Polimeni, ingegnere, responsabile del Polo di innovazione energia ed ambiente della Calabria,

Non è pensabile accettare supinamente quello che decidono gli altri ma è necessario che i cittadini abbiano occasione di confronto attraverso dei laboratori territoriali.

Il  progetto comprenderà, oltre il comune di Condofuri , anche quelli di San Lorenzo, Bagaladi, Melito, Montebello e Roghudi.

Tante sono state le personalità intervenute tra cui Bernardo Russo, sindaco di San Lorenzo, Giuseppe Barbaro, docente dell'Università di Reggio Calabria, oltre che Giuseppe Bombino, Presidente dell'Ente Parco dell'Aspromonte, la biologa Rosalba Petrilli, il sindaco di Palizzi, Walter Scerbo, il direttore di Cna Balneatori, Massimo Nucera, ed atri amministratori locali.

 

 

 

Categorie: 
Condividi: